top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreFrancesco Capuano

Le Apnee del Sonno

La sindrome delle apnee del sonno, nell'acronimo inglese OSAS ( Obstructive Sleep Apnea ), è una patologia caratterizzata da episodi di ostruzione temporanea, ma ripetuta, delle alte vie aeree durante il sonno. La diretta conseguenza di questi episodi di ostruzione è l'abbassamento dei livelli di ossigeno nel sangue. Bassi livelli di ossigeno nel sangue causano uno stress ossidativo a carico dei nostri organi vitali come cuore, polmone, cervello, reni, fegato. Infatti sono costretti a lavorare con meno ossigeno di quello che gli servirebbe. In più il cuore stesso è costretto a lavorare di più perché, per vicariare alla riduzione di ossigeno nel sangue, ne deve "pompare" una quantità maggiore.


In ragione di tutto ciò, questa sindrome è può causare

  1. Sonnolenza diurna, scarsa capacità di concentrazione, diminuzione delle performance lavorative

  2. Cefalee, disturbi del tono dell'umore, deficit cognitivi precoci, ictus cerebrali

  3. Ipertensione, aritmie cardiache, infarti miocardici

  4. Impotenza (disfunzione erettile, eiaculazione precoce), calo del desiderio sessuale


Oltre a questo, secondo dati ISTAT, il 22% degli incidenti stradali è causato da eccessiva sonnolenza diurna, spesso riconducibile a questa sindrome che aumenta il rischio di incorrere in incidenti stradali di circa 7 volte.


Chi è più a rischio ?

  1. Uomini a tutte le età e donne dopo la menopausa

  2. Persone affette da obesità o in sovrappeso

  3. Persone con età superiore ai 65 anni

  4. Persone con un collo "Taurino"


I sintomi di questa condizioni sono subdoli, tanto che talvolta è il partner che si accorge del problema. Infatti durante il sonno si verificano degli episodi di apnea preceduti da respirazione rumorosa e russamento che determinano un risveglio improvviso ma spesso non cosciente. In altri casi il paziente riferisce un risveglio improvviso con una se sensazione di "fame d'aria".


Il trattamento non è univoco. Infatti sono tante le condizioni che possono determinare la comparsa di questa sindrome. Fattori predisponenti sono peso corporeo elevato, il fumo, una cattiva respirazione nasale , un palato più spesso ed allungato, una mandibola scarsamente rappresentata (mento sfuggente), tonsille e lingua ingrossate, abuso di alcolici, abuso di farmaci che inducono il sonno.


La diagnosi si basa sull'esecuzione di un monitoraggio cardio-respiratorio durante il sonno (polisonnografia) che il paziente può eseguire a domicilio, e sull'esecuzione di una sleep endoscopy, nient'altro che un esame eseguito durante il sonno indotto farmacologicamente con ausilio di fibra ottica collegata ad uno schermo, con cui si può visualizzare la sede o le sedi dell'ostruzione.


La terapia quindi prevede, a seconda dei casi, trattamenti medici come calo ponderale, eliminazione degli alcolici, del fumo, dei farmaci induttori del sonno, ventilazione meccanica con CPAP, dispositivi odontoiatrici mobili (MAD), interventi chirurgici di vario genere di cui vi parlo in un altro articolo sul mio blog.

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page